Cos’è il modello 70:20:10?

E’ un modello di riferimento o framework che aiuta le organizzazioni ad estendere il loro focus sulla formazione e sullo sviluppo al di là della classe e dell’eLearning basato sui corsi, per creare forze lavoro piu’ versatili e una mentalità di formazione continua.
L’essenza del framework 70:20:10 sta nel fatto che la formazione avviene tramite una varietà di approcci, riassumibili essenzialmente in:

modello-702010 70% esperienza di vita e sul campo, pratica e problem solving
20% feedback e osservazione lavorando con gli altri
10% formazione formale tramite classi o corsi ( faccia a faccia e on line) e lettura

Questo è un mix formativo. In una recente sessione di social networking riguardo il Performance Support, Charles Jennings, uno dei principali esperti del modello 70:20:10, ha spiegato la natura di questo approccio. Questo “ci obbliga ad estendere i programmi formativi al di fuori dell’aula. Crea grandi opportunità di sfruttare il lavoro per la formazione e portare la formazione più vicina alle reali situazioni lavorative. Poichè i processi sono strettamente collegati alla formazione, concentrarsi sui processi non è solo un approccio saggio, ma anche efficace.” Prosegue poi spiegando:
“Gli adulti sul posto di lavoro imparano…”
• Attraverso l’opportunità di fare pratica (e poi praticare ancora…)
• Attraverso conversazioni e opportunità di scambio di informazioni
• Attraverso uno studio regolare, da solo o con altriIl “70” è collegato all’esperienza e alla pratica. Il “20” si riferisce alle conversazioni e al network. Lo studio è collegato in modo trasversale a tutte le attività, sia che si tratti di studiare il successo o fallimento in una nuova sfida, studiare le possibilità di miglioramento su determinati argomenti, riflessioni con gli altri, con i propri superiori, colleghi o partner.” Questo è intuitivo. Siamo cresciuti con genitori, insegnanti e trainer che ci dicevano “fai i compiti, esercitati con il pallone, fai esercizi di pianoforte” e così via. Lo stesso succede a lavoro. Pensando alle tue competenze, quante delle cose che conosci o sai fare e che ti permettono di svolgere il tuo lavoro sono state apprese grazie a un trainer? La maggior parte dei dipendenti risponderà “pochissime” o “Non ho ricevuto alcun tipo di training. Ho dovuto imparare tutto da solo”.

Conclusione: la formazione formale gioca un ruolo marginale nello sviluppo generale dei dipendenti, mentre l’esperienza e la pratica forniscono la maggior parte dello sviluppo.

‘Mettere in pratica il modello 70:20:10’ non vuol dire solamente adattare o creare corsi che includano elementi di formazione sociale ed esperienziale. Separare la formazione formale, sociale ed esperienziale in ‘contenitori’ discreti per misurare meglio le proporzioni, semplicemente, perpetua il mito secondo cui i numeri sono la parte più importante, e dunque che la formazione può essere suddivisa in categorie ordinate.

Chi adotta e applica i nuovi modelli di formazione ottiene anche maggiori benefici in termini di risultati.
Il modello 70:20:10 racchiude insieme questi principi:
• La tecnologia è fondamentale per attuare il cambiamento
• Il ruolo del manager di linea è fondamentale
• C’è bisogno di un nuovo ruolo per i team L&D